Regione Veneto

Sisma nel Centro Italia: cosa si può fare per dare aiuto?

Pubblicato il 29 agosto 2016 • Comune

Indicazioni utili su come è possibile aiutare le popolazioni colpite dal terremoto

SMS solidale

Il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con gli operatori di telefonia fissa e mobile, ha attivato il numero solidale 45500 a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto che ha interessato il centro Italia. Grazie agli operatori Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, Coopvoce, Wind e Infostrada, è possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500.
 

Donazioni di denaro

La Regione Veneto ha predisposto un conto corrente bancario dove inviare offerte di denaro per le zone colpite. Per visualizzare la pagina con gli estremi del conto clicca qui. In caso di richieste di denaro da parte di istituzioni private o associazioni vi invitiamo a verificare e prestare molta  attenzione ad eventuali truffe.


Donazioni di beni e servizi

Il Dipartimento della protezione civile e Anci sconsigliano di organizzare raccolte di beni per le popolazioni colpite. I comuni colpiti non hanno segnalato necessità di invio beni e pertanto non sono stati attivati centri di raccolta. In questa fase, tra l'altro, eventuali carichi di materiali inviati nell'area colpita in maniera autonoma e senza coordinamento intralciano i soccorsi e l'assistenza primaria nei campi di accoglienza che, per i primi giorni e settimane, sono ancora in divenire

Le iniziative dei Comuni possono essere indirizzate alla raccolta di fondi per la ricostruzione, sul conto ANCI, causale “Emergenza Terremoto Centro Italia”, IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129.